5 errori da evitare negli addominali

[vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default”][vc_column_text]addominali errori da evitare

 

Gli errori che si commettono quando eseguiamo gli addominali possono essere molti. Questi  vanno a togliere lavoro al torchio addominale oltre ad aumentare la possibilità di provocare contratture e dolori alla schiena.

Un primo errore è concettuale. Lo commettiamo quando pensiamo che gli esercizi per l’addome aiutino ad avere la pancia piatta e a dimagrire localmente sul girovita. Purtroppo non è così, per il dimagrimento l’arma migliore è solo la dieta. Gli addominali possono invece tonificare, non hanno un effetto dimagrante di per sé.

 

Gli errori da non fare

 

Vediamo in questa lista gli altri errori  che potremmo commettere:

1) Tirare di collo. Molte persone che allenano gli addominali, soprattutto nei crunch e simili, iniziano il movimento dell’esercizio partendo dal collo: allenando così di più lo sternocleidomastoideo (un muscolo del collo che si trova nella parte anteriore e laterale del collo stesso) che il retto addominale.

2) Fare movimenti veloci e strattonare. È buona norma, per evitare infortuni non fare movimenti bruschi, ma controllare sempre che il movimento parta dal Core (la parte centrale del corpo).

3) Smettere di respirare. Quando fai gli esercizi non trattenere il fiato, ma continua a respirare in modo fluido e controllato.

4) Concentrare il lavoro. Non concentrare il lavoro sugli addominali, ridistribuisci la tensione su altri muscoli come l’ileopsoas.

5) Scaricare sulla schiena e sentire male ai lombi. È facile sentire male alla schiena durante gli addominali. Questo succedere perché spesso o eseguiamo male gli esercizi, oppure il nostro Core non è ancora pronto per fare tutte le ripetizioni. Conviene diminuire le ripetizione e fare più serie, affrontando in modo graduale il lavoro sul torchio addominale.

 

Esercizi da fare

 

Ecco invece 5 esercizi base per iniziare a lavorare agli addominali nella maniera corretta:

1) Crunch (difficoltà facile)

crunch

Il crunch è l’esercizio base con cui partire quando alleniamo gli addominali. È semplice e quasi tutti lo possono fare. È importante non tirare di collo e limitarsi a sollevare solo le spalle, in modo lento e controllato. Il crunch, se fatto bene, fa sentire dopo 30-40″ gli addominali lavorare ed eventualmente bruciare. Mettilo nel tuo programma come esercizio base.

2)  Crunch inverso (difficoltà facile)

Il crunch inverso è l’opposto del crunch. Non alziamo più le spalle ma il bacino. È importante qui non scalciare ed aiutarsi con gli arti inferiori. Il movimento deve partire dai muscoli addominali. Il crunch inverso viene erroneamente confuso per un esercizio per gli addominali bassi.

 

3) Sit up (difficoltà facile-intermedio)

Il sit up è una versione più avanzata del crunch. Il pericolo è farlo in modo sbagliato ed iniziare a sentire male alla schiena. Nel sit up l’ileopsoas interviene in modo più marcato, ma non dobbiamo avere paura di coinvolgerlo perchè questo muscolo è un agonista del torchio addominale.

4) Plank (difficoltà facile-intermedio)

Uno dei pilastri degli esercizi statici per gli addominali è il Plank. Il Plank ha diverse versioni, ma quella base mette in tensione tutto il Core e permette d’allenare in modo corretto l’addome.

5) Side Plank (difficoltà facile-intermedio)

Il Side Plank è la versione laterale del Plank e permette di porre il focus sull’obliquo interno, l’obliquo esterno ed il quadrato dei lombi. Se la versione sul gomito è troppo facile possiamo farlo a braccio teso, mettendo i piedi su un rialzo (panca, sedia).

Vuoi una piano allenamento personalizzato per i tuoi obiettivi? Scopri il  nostro servizio Madjourney![/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row type=”full_width_background” full_screen_row_position=”middle” bg_image=”1025″ bg_position=”center center” bg_repeat=”no-repeat” parallax_bg=”true” parallax_bg_speed=”slow” scene_position=”center” text_color=”light” text_align=”left” top_padding=”40″ bottom_padding=”40″ overlay_strength=”0.3″][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default”][vc_text_separator title=”Contattaci per una consulenza o per qualsiasi informazione”]

[/vc_column][/vc_row]