Come allenarsi: la differenza tra manubri ed elastici

[vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default”][vc_column_text]

Chi si è già allenato in una palestra ha sicuramente provato a farlo con i pesi liberi, quali ad esempio un bilanciere o dei semplici manubri. È probabile però che si sia anche imbattuto nelle bande elastiche, più o meno spesse, con più o meno resistenza alla trazione, che vengono soprattutto usate da chi ha subito danni articolari e deve svolgere un lavoro riabilitativo.

Gli elastici possono tuttavia essere utili anche agli appassionati di fitness? E se sì, in che modo si differenziano dagli altri attrezzi da palestra? Lo vediamo di seguito, analizzando sia l’uno che l’altro strumento d’allenamento.

 

Pesi liberi

 

E’ innegabile che per chi voglia sviluppare massa muscolare la soluzione con i pesi sia ovviamente quella più adeguata. Inoltre dà un certo senso di soddisfazione avere dei carichi sempre più pesanti da sollevare. Tra i maggiori strumenti utilizzati per questo tipo di allenamento troviamo sicuramente i manubri, che permettono una selezione di peso personalizzata in base  alle proprie capacità ed un incremento progressivo. Ci sono poi i bilancieri, di varie forme e peso, anch’essi ideali per selezionare i carichi di lavoro in modo soggettivo favorendo sia i principianti che i più esperti.

 

Vediamo quali sono i principali vantaggi nell’usare i pesi liberi rispetto alle bande elastiche:

  • Resistenza fissa. La banda elastica aumenta la propria resistenza alla trazione quanto più viene tirata. Il peso no, dunque avendo una resistenza costante permette di gestire meglio lo sforzo e di capire con più rapidità le fasi di massimo impegno muscolare.
  • Tempo di adattamento. Il lavoro con i pesi è molto istintivo e naturale, non necessita dunque di molto tempo per capire con quali pesi è meglio lavorare o con quali posizioni è meglio allenare un determinato muscolo.
  • Praticità. Con i pesi liberi si può pianificare un intero allenamento, senza uso di attrezzature alternative o di supporto.

 

Bande elastiche  

 

L’allenamento con gli elastici è completamente diverso da quello con i pesi, sia per l’intensità dello stimolo applicato al segmento di corpo che si sceglie di allenare, sia per la resistenza crescente che l’elastico impone.

L’elastico determina una fase di allenamento eccentrico, che si esprime cioè da una contrazione del muscolo anche in fase di ritorno. Si può regolare l’intensità dell’allenamento anche con le bande, seppur con minor variabili possibili rispetto ai normali pesi.

Quelle più piccole possono essere usate in genere avvolgendole attorno agli arti e utilizzandole per aggiungere resistenza ai movimenti naturali del corpo, mentre le bande più grandi possono essere utilizzate al posto dei pesi o ancorate per eseguire delle trazioni, spingere e compiere movimenti isometrici.

I principianti dovrebbero iniziare con una fascia più leggera e sottile che offre meno resistenza e aumentare di livello via via che la loro forza aumenta. Gli atleti esperti dovrebbero invece orientarsi subito verso una banda più spessa e più pesante per trarre i migliori stimoli allenanti.

 

Dopo aver visto i vantaggi nell’uso dei pesi, vediamo quindi quali sono i maggiori vantaggi dell’allenamento con gli elastici:

  • Minor rischio. Gli elastici a differenza dei pesi non hanno una grossa ripercussione sulla struttura della colonna vertebrale e risultano essere quindi molto sicuri, preservando la salute soprattutto dei meno esperti. Ottimi per l’allenamento della coordinazione e dell’equilibrio. L’uso degli elastici , inoltre, permette di allenarsi al massimo anche  da soli, gestendo in totale autonomia.
  • Facilità nel trasporto. Se vi muovete spesso per lavoro, oppure amate allenarvi anche quando siete in vacanza ma andate in luoghi poco attrezzati con palestre o strutture per fare fitness, potete mettere le vostre bande elastiche in valigia e non saranno nè ingombrati nè pesanti. Vi consentiranno, a differenza dei manubri o dei bilancieri, di poter essere sempre attrezzati con i vostri strumenti di fiducia.

 

In conclusione, la scelta fra i pesi e le bande elastiche, come visto, deve essere ben incentrata sulle necessità di ognuno e soprattutto sugli obiettivi che si vogliono ottenere dall’allenamento nel breve e medio termine.

I benefici di entrambi i metodi sono noti ed hanno sia l’uno che l’altro una grande efficacia se contestualizzati alle loro potenzialità. La cosa interessante, inoltre, è che possono essere abbinati, ad esempio, in una fase di sviluppo della massa muscolare ma anche, contemporaneamente, di ricerca della massima definizione, ed in questo le bande elastiche esprimono uno dei loro migliori effetti.

Infine occorre ricordare che l’utilizzo di entrambi i metodi viene applicato nelle fasi di riabilitazione post traumatica o chirurgica, questo ad evidenziare gli importanti benefici che essi hanno anche sul nostro sistema osseo e articolare.

Vuoi una piano allenamento personalizzato per i tuoi obiettivi? Scopri il  nostro servizio Madjourney.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row type=”full_width_background” full_screen_row_position=”middle” bg_image=”1025″ bg_position=”center center” bg_repeat=”no-repeat” parallax_bg=”true” parallax_bg_speed=”slow” scene_position=”center” text_color=”light” text_align=”left” top_padding=”40″ bottom_padding=”40″ overlay_strength=”0.3″][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default”][vc_text_separator title=”Contattaci per una consulenza o per qualsiasi informazione”]

[/vc_column][/vc_row]