Come funziona l’allenamento a circuito

[vc_row type=”in_container” full_screen_row_position=”middle” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left” overlay_strength=”0.3″][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default”][vc_column_text]

 

Il circuito fitness è un allenamento intervallato o continuo, ma sempre di tipo Circuit Training, identificabile come Cardio Fit Training in variante integrata con Resistance Training o allenamento con i pesi.

Cosa vuol dire? Si tratta di un workout con impegno metabolico misto (aerobico e anaerobico). Ha funzione tonificante, dimagrante e allenante per la resistenza generale (metabolismo aerobico), per la forza (metabolismo anaerobico alattacido) e per la forza resistente (metabolismo anaerobico lattacido).

L’allenamento a circuito quindi consiste nel non essere  caratterizzato da esercizi specifici, piuttosto nella modalità di esecuzione di questi.

Ma il circuito fitness è, in verità, un sistema o metodo strettamente adattabile alle necessità soggettive, al livello di allenamento e ai progressi specifici. Può avere basso impatto, come la classica ginnastica dolce, oppure avere alto impatto come un High Intensity Training (HIT).

Le sue applicazioni spaziano dall’obbiettivo estetico, alla ricerca di una buona forma fisica globale (quasi come un allenamento funzionale), alla prevenzione, cura, trattamento coadiuvante di patologie metaboliche, al contrasto del sovrappeso, dei disagi articolari e perfino dei disturbi dell’umore.

In ambito fitness e wellness, questo sistema di allenamento è particolarmente diffuso tra le persone che interrompono la routine tradizionale per la pausa estiva, ma al tempo stesso non vogliono fermarsi per evitare di ripartire da zero in autunno. In tali circostanze, il metodo del circuito fitness ha quindi una funzione di mantenimento e deve risultare stimolante e divertente; non dovrebbe durare troppo (massimo 40 minuti) e dovrebbe impegnare due o tre allenamenti settimanali.

 

 Come si svolge l’allenamento a circuito?

 

Non c’è una regola sul numero degli esercizi da svolgere, un circuito si può comporre da 3-6-9-12-15-20 diversi esercizi-stazioni: numero che varia a seconda della programmazione o finalità. Per eseguire le sessioni di esercizi si possono prestabilire sia il tempo, sia il numero di ripetizioni.

Gli esercizi possono essere svolti a corpo libero, con piccoli e grandi attrezzi fitness, macchine isotoniche e cardiofitness. A seconda del tempo totale che si vuole impegnare per completare la seduta di allenamento (dai 15 ai 45 minuti) e dal numero degli esercizi-stazioni che compongono il circuito, si crea il numero dei giri da effettuare (1,2,3 …).

Gli esercizi di ciascuna stazione del circuito possono essere eseguiti per un numero stabilito di volte (ripetizioni da 8 a 30 o massimali) o per un numero massimo di ripetizioni che si riescono a compiere in un certo periodo di tempo (tra i 20 e 60 secondi). L’esecutore si sposta da una stazione all’altra effettuando brevi recuperi (per esempio dai 10 ai 30 secondi) oppure senza alcuna pausa. In questo si contrappone all’allenamento LIIT, Low Intensity Interval Training, che pur sfruttando a volte anche lo schema a circuito, prevede un impegno a bassa intensità e lunghe pause di recupero.

 

Vantaggi dell’allenamento a circuito

 

Ci sono vari vantaggi nell’utilizzare questo tipo di allenamento. Prima di tutto è un allenamento veloce ed efficace. Per chi non ha tanto tempo a disposizione da dedicare all’esercizio fisico diventa una ottima soluzione senza perdere vantaggi. Un allenamento a circuito ben personalizzato per l’esigenza di ognuno si può adattare al tempo a disposizione, che sia una pausa pranzo o altre pause che abbiamo a disposizione durante la settimana.

L’allenamento a circuito poi non è mai noioso. Si spezza la routine per dedicarsi a un esercizio dinamico, veloce e vario, si sfida il corpo su vari aspetti divertendosi.

Una delle caratteristiche di questo tipo di allenamento è anche quello di far bruciare calorie anche dopo l’esercizio fisico perché si riducono i tempi di riposo e si riduce rapidamente il sistema energetico del corpo che dovrà poi spendere più calorie per ritrovare l’equilibrio durante la fase di riposo che può durare ore e ore. I circuiti sono poi metodi efficaci per ridurre la massa grassa a vantaggio della massa magra, con effetti che dureranno più a lungo nel tempo.

Per chi è agli inizi, l’allenamento a circuito è un ottimo modo per costruirsi in breve tempo una buona base muscolare e anche migliorare la propria resistenza.

Tra gli aspetti benefici vediamo infine il miglioramento della resistenza cardiovascolare.

 

Vuoi un allenamento su misura per te? Scopri il nostro servizio Madjourney per un allenamento personalizzato sui tuoi obiettivi e il tuo fisico.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row type=”full_width_background” full_screen_row_position=”middle” bg_image=”1025″ bg_position=”center center” bg_repeat=”no-repeat” parallax_bg=”true” parallax_bg_speed=”slow” scene_position=”center” text_color=”light” text_align=”left” top_padding=”40″ bottom_padding=”40″ overlay_strength=”0.3″][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ width=”1/1″ tablet_text_alignment=”default” phone_text_alignment=”default”][vc_text_separator title=”Contattaci per una consulenza o per qualsiasi informazione”]

[/vc_column][/vc_row]